martedì 31 gennaio 2012

Collectionspace News

Dalla fine del 2011 ho iniziato a postare gli articoli e le news direttamente sul sito www.collectionspace.it. Il blog resta aperto come archivio. Saluti a tutti!

mercoledì 7 settembre 2011

Nuove immagini dei siti Apollo

6 settembre 2011


La sonda LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter) che prepara il ritorno dell'uomo sulla luna continua nel suo lavoro incessante.


Nelle immagini precedenti le tracce del rover erano visibili, ma ora sono linee parallele definite sulla superficie. Presso il sito di Apollo 17, le tracce lasciate dal rover lunare sono chiaramente visibili, come i passi degli astronauti. Le immagini mostrano anche dove gli astronauti hanno lasciato alcuni degli strumenti scientifici.


"Siamo in grado di ripercorrere i passi degli astronauti con maggiore chiarezza per vedere dove hanno preso campioni lunari", ha detto Noah Petro, un geologo lunare
membro del team scientifico del progetto LRO. Presso il Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland.


Jim Green, direttore del Planetary Science Division della NASA a Washington: "Queste immagini ci ricordano la fantastica avventura delle missioni Apollo e ci invitano a continuare ad andare avanti nell'esplorazione del nostro sistema solare",


La risoluzione più alta di queste immagini è stata possibile perché sono state effettuate delle rettifiche all'orbita ellittica della sonda LRO.
Goddard John Keller, vice LRO scienziato del progetto: "Senza cambiare l'altitudine media, abbiamo fatto un'orbita più ellittica, quindi la parte più bassa dell'orbita si trova sul lato soleggiato della luna, questo ha permesso in una posizione perfetta per prendere queste nuove immagini della superficie."


La manovra ha abbassato LRO dalla sua quota abituale di circa 50 chilometri ad una altitudine che immerso più bassa di circa 21 chilometri mentre passava sulla superficie della luna. La navicella è rimasta in questa orbita per 28 giorni, tempo sufficiente alla luna di ruotare completamente. Questo permette una copertura completa della superficie da parte della Wide Angle Camera di LROC. Il ciclo si conclude oggi, quando la navicella spaziale sarà restituita alla sua orbita originaria.
"Il passaggio ad una quota più bassa, migliora molto la nostra visione della superficie della luna", ha detto il ricercatore Mark Robinson, ricercatore principale del Lunar Reconnaissance Orbiter Camera (LROC). "Un grande esempio è la nitidezza delle tracce del rover sul sito di Apollo 17.
Immagini e video

giovedì 21 luglio 2011

Atterrato!


Missione compiuta, dopo tre decenni e 135 missioni, 21.152 orbite della Terra e 872.719.794.702 km percorsi, 355 membri di equipaggio e oltre 1,5 milioni di kg. di carico utile, Lo Space Shuttle Program della NASA  è terminato con l'atterraggio di Atlantis.   
Il comandante di STS -135,Chris Ferguson via radio dopo che la navetta si è fermata:  "Grazie Columbia, Challenger, Discovery, Endeavour, e alla nostra nave, Atlantis!"

E' finita un'epoca.

Mentre scrivo lo Space Shuttle Atlantis stà rientrando nell'atmosfera terrestre, seguo in diretta le ultime fasi  dell'atterraggio. Alla NASA la tensione è altissima. 
Come Apollo 17 fu la fine per il programma lunare e si chiuse un'epoca, oggi 21 Luglio 2011 a 42 anni dall'allunaggio di Apollo 11 si chiude l'era della navetta riutilizzabile Space Shuttle. 
Atlantis presto sarà in un Museo così come le capsule Apollo, ci vorranno molti anni per catalogare tutto il lavoro svolto da questa splendida e complicata macchina, 30 anni di lavoro con alti e bassi, 2 navette perse, 14 astronauti morti... 
Quale mezzo seguirà allo Space Shuttle ancora non lo sappiamo, ma sappiamo che gli Stati Uniti non lasceranno lo Spazio, passeranno alcuni anni (almeno 5) ma torneranno più agguerriti che mai.
Fu così dopo l'ultimo Saturn lanciato nel 1975 (ASTP Apollo-Soyuz) e il primo lancio dello Shuttle Columbia, passarono 6 anni... Nessuno avrebbe scommesso che il programma della navetta riutilizzabile sarebbe vissuto per ben 30 anni! Impensabile, ma è stato fatto!

Aspetteremo con ansia il prossimo lancio americano con uomini a bordo, come abbiamo fatto 36 anni fa. 



Atlantis con il modulo italiano Raffaello nella stiva.

venerdì 15 luglio 2011

L'asteroide Vesta

La sonda della NASA Dawnha ottenuto con la sua telecamera questa immagine del gigantesco asteroide Vesta  inquadrata il 9 luglio 2011. E 'stata presa da una distanza di circa 26.000 miglia (41000 km).Vesta è  anche considerato un protopianeta perché è un grande corpo che è quasi diventato un pianeta. fonte:NASA 
Ogni pixel dell'immagine corrisponde a circa 2,4 miglia (3,8 chilometri).
Asteroid Vestacredit:NASA

martedì 12 luglio 2011

Per Atlantis un giorno in più!

HOUSTON - La Nasa ha deciso di estendere la sua ultima missione dello Space Shuttle di un giorno in più, 

I manager della missione hanno deciso di aggiungere un  bonus di un giorno per l'ultimo volo della navetta Atlantis per dare ai suoi quattro astronauti più  tempo per disfare l'enorme quantità di carico che hanno consegnato alla Stazione Spaziale Internazionale.

"C'è un sacco di buon lavoro che possiamo fare per aiutare il programma della stazione spaziale  - se avessimo avuto più tempo da dare a loro", ha detto oggi alla conferenza stampa LeRoy Cain, presidente del team che gestisce la missione.  Atlantis può stare nello spazio un giorno in più perché il suo sistema  ha circa un giorno intero di autonomia, hanno detto i funzionari.
fonte:NASA
Shuttle Atlantis over the BahamasAtlantis durante l'approccio con la ISS

domenica 10 luglio 2011

Doug Hurley: "Houston, Stazione, Atlantis, la cattura è confermata,"

L'equipaggio di Atlantis è entrato nella stazione spaziale. I portelli che separano Atlantis e la Stazione Spaziale Internazionale sono stati aperti alle 11:47 am. CST, iniziando le operazioni con equipaggio congiunto tra i quattro astronauti di STS-135 e sei astronauti della ISS Expedition 28. In seguito a un briefing, i 10 membri dell'equipaggio hanno cominciato a lavorare ai bracci robotici.



Questo è stato l' 86° appuntamento della navetta e la 164a  "operazione di prossimità" nella storia del programma Space Shuttle.  Atlantis è la navetta che ha eseguito sette dei nove attracchi Mir.
E' stato anche il 12 ° e ultimo docking di Atlantis con la Stazione Spaziale Internazionale. 


Atlantis agganciato alla ISS

giovedì 7 luglio 2011

Il meteo mette a rischio il lancio di domani.

Previsioni Meteo lancio 30%  "Go" per Venerdì 

"Abbiamo avuto un incontro con Mission Team", ha detto Moses. "Il veicolo è in forma fantastica." Per quanto riguarda il lancio e le  previsioni del tempo, ha aggiunto, "Prima di caricare il propellente nel serbatoio daremo uno sguardo al meteo per  assicurarsi che sia davvero una buona giornata per provare."

"Il conto alla rovescia  sta andando estremamente bene", ha riferito Leinbach. "Il monitoraggio non rivela nulla che potrebbe impedire a un puntuale decollo Venerdì mattina." 

"Abbiamo una corrente tropicale nei Caraibi", ha spiegato Winters. "Questa corrente in realtà sta per entrare in Florida, insieme a un sacco di umidità tropicale è tutto potrebbe abbattersi in Florida nel prossimi 2 giorni." Sulla base di queste condizioni, Winters prevede un 80%  di probabilità di condizioni meteorologiche ottimali per le operazioni di caricamento del tank, con una probabilità del 30% di essere GO per lancio alle 11:26 EDT del Venerdì. Le previsioni per i giorni successivi migliorano al 40% Sabato e 50% Domenica.
fonte:NASA
Firing Room 4 Prepared for Liftoff

Kennedy Space Center: La Firing Room 4 è pronta per il lancio.
Credit: NASA

martedì 5 luglio 2011

L'amministratore della NASA Charles Bolden parla delle future attività.

WASHINGTON - l'amministratore della NASA Charles Bolden, venerdì scorso ha pronunciato un discorso sul futuro dell'agenzia. Qui di seguito alcuni estratti dal suo discorso  presso il National Press Club di Washington. L'autore con l'amministratore della NASA Charles Bolden.

"Alcuni dicono che la nostra ultima missione dello Space Shuttle segnerà la fine di 50 anni di predominio nel volo spaziale umano da parte dell'America... come ex astronauta e attuale amministratore della NASA, sono qui per dirvi 
che la leadership americana nello spazio continuerà almeno per il prossimo
mezzo secolo perché abbiamo posto le basi per il successo - e  il fallimento non è un'opzione contemplata ". 

"Il presidente Obama ci ha dato una missione: mettere a fuoco il quadro dell'esplorazione, della ricerca e dello sviluppo che saranno necessari per andare oltre l'orbita terrestre bassa . Egli ci ha incaricati di svolgere le missioni ispiratore che solo  la NASA può fare e che ci porterà più lontano di quanto siamo mai stati. In orbita intorno a Marte e infine atterreremo su di esso. Egli ci ha chiesto di iniziare a pianificare un  missione presso un asteroide. " 

"Il presidente ci chiede di sfruttare lo spirito americano, l'innovazione, la spinta a risolvere problemi e creare le capacità che  è così radicata nella nostra storia e ci ha portato alla Luna, ai grandi  osservatori, a l'uomo che vive e lavora nello spazio, possibilmente  a tempo indeterminato.  L'ingegno americano è vivo e vegeto, e sarà il motore della nostra economia e  ci guiderà a creare e conquistare il futuro adesso". 

"Così, quando sento la gente dire - o ascolto notizie della stampa - che il 
volo finale dello Shuttle segnerà la fine del volo spaziale umano degli Stati Uniti, ho  da dire. . . queste persone vivono  su un altro pianeta ". 

"Noi non finiremo il  volo umano nello spazio, ci stiamo impegnando
ad esso e  facendo i necessari e difficili passi, oggi, per  garantire all'America il primato nel volo spaziale umano per gli anni a venire ". 

"Dobbiamo uscire dal business di possedere e gestire l'orbita terrestre bassa e i sistemi di trasporto passando la mano al settore privato, con la sola supervisione sufficiente a garantire la sicurezza dei nostri astronauti.  
Società americane e le loro astronavi dovrebbero inviare i nostri astronauti sulla ISS, piuttosto che continuare a delegare questo lavoro a governi stranieri." 

"Le nostre destinazioni per l'uomo oltre la Terra restano ambiziose. Esse 
comprendono: la Luna, gli Asteroidi, e Marte. Il dibattito non è se faremo le  
esplorazioni, ma come lo faremo. " 

"La Stazione Spaziale Internazionale è il fulcro spaziale per il volo umano 
per il prossimo decennio. Ogni indagine di ricerca e tutti i sistemi che mantengono la ISS operativa ci faranno imparare come  esplorare più lontano dal nostro pianeta e migliorare la vita qui ". 

"Ho preso la decisione di fondare il nuovo veicolo polivalente per equipaggio, o MPCV  - Il  modulo equipaggio si fonderà sul lavoro originale che abbiamo fatto sulla capsula Orion. Ci stiamo avvicinando una decisione sul razzo per carichi pesanti,  il sistema di lancio spaziale, che riveleremo presto ". 

"I nostri partner nel servizio commerciale di trasporto orbitale: SpaceX e Orbital, continuano a rispettare le tappe. Vi saranno nuovi partecipanti al secondo turno del nostro sviluppo commerciale per i voli degli equipaggi. " 

"Oltre a questo progresso nel volo spaziale, abbiamo in arrivo un numero enorme di  missioni scientifiche stupefacenti. Vi anticipo una ricerca aeronautica per creare un'Europa più sicura, più rispetto dell'ambiente e 
una efficiente rete di viaggi aerei ". 

"La NASA sta muovendo la palla lungo il campo, perché lo status quo non è 
più quello di cui abbiamo bisogno. Il presidente Obama ha delineato un urgenza nazionale, la necessità di innovare, di educare, costruire e creare nuove funzionalità che ci porteranno più avanti nel Sistema Solare e ci aiuteranno ad approfondire sempre più il nostro ruolo all'interno dello stesso.
La NASA è  prona per questa grande sfida. " 

Il discorso dell'amministratore  Bolden è disponibile all'indirizzo: 
http://www.nasa.gov/news/speeches/admin/index.html



mercoledì 29 giugno 2011

Atlantis è "Go" per il lancio

"Siamo davvero impazienti di cominciare questa missione,  ha riferito Mike Moses, Space Shuttle Program Manager del lancio. Dopo un lungo esame di idoneità al volo i manager della NASA  all'unanimità  hanno dato il via libera per  la data di lancio STS-135 dello shuttle Atlantis: 8 luglio alle 11:26 EDT. Payload Ready for Bay Transfer

"Abbiamo fatto un esame molto approfondito", ha detto Bill Gerstenmaier,  assistente per le operazioni spaziali. "Questo volo è incredibilmente importante. Il carico  su questo volo è davvero fondamentale per la stazione spaziale."
"Atlantis è in gran forma presso il pad," ha dichiarato Mike Leinbach, direttore di lancio shuttle. "Saremo in grado di farlo decollare Venerdì 8 come previsto."

La missione STS-135 verso la Stazione Spaziale Internazionale sarà l'ultimo volo del Programma Space Shuttle.
 In the White Room

L'equipaggio dell'ultimo volo: da sx. Mission Specialist Sandy Magnus, Pilot Doug Hurley, Mission Specialist Rex Walheim and Commander Chris Ferguson. 

Cerca nel blog